Eco Festival

Il più importante Eco Festival d'Italia


Eco Festival

_UCA3129Etruria Eco Festival è una manifestazione, giunta quest’anno alla sua 10a edizione, che ospita eventi musicali e artistici di rilevanza nazionale ed internazionale. La manifestazione ha l’ambizioso obiettivo di coniugare la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale con la promozione di tutte le tematiche legate al rispetto dell’ambiente e alla tutela del territorio.

Etruria Eco Festival nasce nel 2007 dal lavoro di un gruppo di giovani del territorio a nord di Roma, da sempre impegnati nella cultura e nell’ambiente. L’evento, uno dei primi nel suo genere nel territorio nazionale, inizia da subito a strutturarsi con l’obiettivo di far interagire e dialogare l’arte e l’ecologia. Di fatto Etruria Eco Festival è un evento che parla di eco-sostenibilità attraverso lo strumento dell’arte, ma anche una piattaforma all’interno della quale raccogliere, far contaminare e sostenere le nuove tendenze artistiche del panorama nazionale. Considerato il crescente interesse verso le tematiche ambientali, l’elevata qualità artistica e l’esperienza maturata nel settore in questi anni, Etruria Eco Festival, con le sue oltre 90.000 presenze nell’ultima edizione, si è confermata la più importante manifestazione eco musicale d’Italia, nonché punto di riferimento del panorama culturale nazio¬nale per l’arte indipendente ed emergente.

Il successo della manifestazione è dovuto non soltanto all’innovazione e all’originalità del progetto, ma anche e soprattutto alla varietà dell’offerta proposta nel corso delle giornate. Etruria Eco Festival è stato insignito del premio MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, come Miglior Festival d’Italia 2011 “per il suo impegno nel promuovere un fare cultura più responsabile e sostenibile”. Location della manifestazione è il suggestivo Parco della Legnara di Cerveteri, un uliveto secolare di 15000 mq in pieno centro città. Ai concerti musicali serali, tutti con artisti di indiscusso talento capaci di convogliare un enorme pubblico, si affiancano le mostre di eco arte e di arte contemporanea, un ricco e attrezzato eco villaggio di oltre 15.000 metri quadrati, i seminari, gli incontri pubblici, i dibattiti e le tante attività ricreative indirizzate ai grandi e ai più piccoli legate all’ecosostenibilità. L’obiettivo è stato raggiunto grazie alla felice intuizione di coinvolgere grandi artisti della scena pop-rock nazionale e internazionale e di far chiudere ogni giornata da un concerto di questi headliner.

_DSC4547

In questi anni si sono esibiti all’Etruria Eco Festival artisti come Caparezza, Mario Biondi, Alex Britti, Daniele Silvestri, Eugenio Finardi, Simone Cristicchi, Paolo Belli, Ascanio Celestini, Nada, Max Gazzè, Antonella Ruggiero, Modena City Ramblers, Velvet, Alessandro Mannarino, Piotta, Irene Grandi, Gino Paoli, Arisa, Verdena, Niccolò Fabi, Radici nel Cemento per citare soltanto i più importanti. Oltre alle grandi star internazionali del jazz (nella sezione apposita): Seamus Blake, Kurt Rosenwinkel, Danilo Rea, Roberto Gatto, Aldo Romano, Ares Tavolazzi, Aires Tango, Eddy Palermo e tanti altri. Per questa edizione sono previsti 14 spettacoli che varieranno dalla musica, alla danza, al teatro. Come ogni anno l’attenzione alla parte “ECO” del Festival sarà massima.

Oltre alle iniziative che con enorme successo portiamo avanti da anni, convegni, workshop, interventi in apertura dei concerti volti a sensibilizzare lo spettatore al tema della salvaguardia dell’ambiente; gli obiettivi e le buone pratiche che intendiamo seguire anche nella prossima edizione sono:

  • Intero materiale promozionale stampato su carta riciclata 100%;
  • Corretta politica di gestione e smaltimento dei rifiuti nell’area del festival;
  • Utilizzo quasi esclusivo di materiali ecocompatibili;
  • Sottoscrizione con fornitori ed espositori di protocolli di intesa finalizzati a buone pratiche nella gestione degli imballaggi e dei rifiuti;
  • Somministrazione di prodotti enogastronomici con provenienza certificata (biologici o a km zero);
  • Scelta di sponsor con codice di condotta compatibile con la manifestazione;
  • Incentivi all’uso della mobilità sostenibile e predisposizione di navette ad hoc;
  • Piantumazione di nuovi alberi;
  • Realizzazione di interventi atti a recuperare e valorizzare il patrimonio arboreo urbano.

Grazie a queste accortezze ogni anno riusciamo a ridurre al minimo l’impronta dell’evento. Di seguito forniamo alcuni dati che riguardano l’edizione 2012. Il materiale pubblicitario è stato stampato interamente su carta riciclata. Abbiamo stampato 1.389,2 mq di carta, pari a 281,34 kg. Usando carta comune avremmo avuto i seguenti consumi (dati APAT):

  • Alberi abbattuti: 4,22
  • Acqua (in m3): 124,01 pari a 124.040 litri
  • Energia (in kWh): 2.141,94

Scegliendo di utilizzare carta riciclata 100% abbiano ottenuto:

  • Alberi abbattuti: 0
  • Acqua (in m3): 5,07 pari a 5.070 litri
  • Energia (in kWh): 760,95

Vale a dire un risparmio di circa 120.000 litri di acqua e di più di 1.380 kWh di energia. Inoltre i 4,22 alberi salvati contribuiranno a diminuire la CO2 nell’atmosfera di circa 633 kg. Sono stati prodotti circa 4788 kg di rifiuti, dei quali è stato differenziato circa il 80%. Nel corso del festival sono stati piantumati 65 nuovi alberi di ulivo. Essi consentiranno di assorbire (in 15 anni) un quantitativo pari a 9.750 kg di CO2. L’EtruriaEcoFestival 2013 è patrocinato da: Regione Lazio Provincia di Roma Comune di Cerveteri Durante la manifestazione l’EcoVillaggio vivrà dalle 18,00 alle 02,00, attraverso eventi che spazieranno dal teatro ai laboratori eco, dai convegni alle mostre di arte, dalle jam session al cinema di mezzanotte. In base ai dati delle scorse edizioni si prevede un’affluenza di circa 95.000 presenze durante tutta la durata del Festival.