Cerveteri


Con i suoi tremila anni di storia è una delle più antiche città del Mediterraneo. Si trova a nord – ovest di Roma, vicinissima all’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci e a solo 30 km dal porto di Civitavecchia. Il suo maggiore polo d’attrazione turistico è la necropoli etrusca della Banditaccia, uno dei siti archeologici più importanti d’Europa, riconosciuto nel 2004 dall’UNESCO. Dal 2012, grazie a un contributo della Comunità Europea, è possibile visitare la necropoli e il museo archeologico con un NUOVO ITINERARIO MULTIMEDIALE, all’interno delle tombe più importanti sono proiettati VIDEO IN 3D che ricostruiscono l’ambiente così come doveva apparire quasi tremila anni fa.

 

Storia e mito prima di Roma

storia.mitoLa civiltà degli Etruschi sviluppò stretti legami con le altre popolazioni del Mediterraneo antico già dall’VIII secolo a.C. I ricchi giacimenti di ferro dell’Italia centrale, allora chiamata Etruria, attirarono in questa zona mercanti fenici, greci, siriani ed egizi. Così gli scambi commerciali furono anche occasione d’incontro di diverse genti, culture, religioni e lingue. Grazie allo scambio del ferro con oggetti provenienti dalle terre di quei mercanti, arrivarono in Etruria oreficerie orientali, vasellame greco dipinto, sul quale i Greci avevano raffigurato scene tratte dalla loro storia sacra: la mitologia. È per questo che in Etruria, all’interno delle tombe progettate e realizzate come dimore eterne, si ritrovano vasi importati e altri prodotti in loco, che raccontano le medesime storie. Il vaso riproposto in copertina è uno degli esempi più noti di questa commistione, un vasaio di Cerveteri che rappresenta l’Accecamento di Polifemo, tratto dall’Odissea.

 

La Necropoli della Banditaccia

banditacciaOltre ad essere un importantissimo sito archeologico, la necropoli, da 10 anni nell’UNESCO, è una vera e propria oasi naturalistica nella quale i colori e gli odori della macchia mediterranea si fondono con le testimonianze dell’antica cultura etrusca. Pini, querce e cipressi secolari si affollano sopra e intorno ai grandi tumuli, creando ampi spazi d’ombra rallegrati in estate dalla piacevole brezza marina. L’area visitabile si estende per circa 12 ettari e comprende al suo interno più di duemila tombe, scavate nel banco tufaceo tra il VII e il II secolo a.C. Tra le tombe più famose e che meritano assolutamente di essere visitate ci sono: la tomba della Capanna, dei Vasi Greci, dei Capitelli, della Cornice e dei Rilievi. Scopri gli itinerari per visitare la Necropoli

Museo Archeologico

museoConclusa la visita della Necropoli della Banditaccia, consigliamo di raggiungere il centro storico di Cerveteri che preserva ancora il suo aspetto di borgo medioevale. Il museo si trova all’interno della suggestiva rocca del XII secolo, le collezioni mostrano importanti corredi funerari ritrovati nelle diverse necropoli ceretane, l’allestimento, interamente rinnovato nel 2013, segue un criterio cronologico e, grazie all’utilizzo di pannelli multimediali in 3D, risulta di facile lettura anche per i più piccoli.

 

 

 

 

 

 

 

Centro Storico

centroCerveteri nel medioevo divenne un piccolo centro agricolo della campagna romana, assoggettato alla politica di nobili famiglie che vi costruirono palazzi e chiese. La piazza più bella e rappresentativa di questa fase storica è piazza S. Maria, dove si trova l’omonima chiesa risalente all’XI secolo e il rinascimentale Palazzo Ruspoli. Di recente è stato anche riaperto, dopo un lungo restauro, il camminamento lungo le mura medioevali che termina alla “Rocca Antica”, punto panoramico dal quale si domina tutto il litorale da Civitavecchia fino a Roma.